Le Cuvée

“Non soffocare la tua ispirazione e la tua immaginazione, non diventare lo schiavo del tuo modello.”

(Vincent Van Gogh)

È una delle fasi forse più poetiche dell'intero processo produttivo, quello della cuvée, in cui il gusto viene “disegnato” attraverso la grande arte dell'esperienza.

Scroll or drag per navigare.
Swipe per navigare.

Le Cuveé

La selezione delle “basi Franciacorta”.

Cos'è la Cuveé

Nella primavera successiva alla vedemmia, le così dette “basi Franciacorta” vengono selezionate sulla base di attente degustazioni di palati professionisti, con lo scopo di determinare le caratteristiche che ogni cantina andrà a dare alla propria cuveé.

È un momento estremamente importante nella nascita del vino stesso,

in cui la differenza la fa la profonda conoscenza, il gusto di un “palato che vede e che sente” e, sempre, il grande amore nell'ascoltare ciò che ancora deve nascere. È una delle fasi forse più poetiche dell'intero processo produttivo, quello della cuvée, in cui il gusto viene “disegnato” attraverso la grande arte dell'esperienza.

Le Cuvée

Gli appunti per determinare le caratteristiche del Franciacorta.

Tiraggio

Le cataste nella cantina Majolini.

Tiraggio

La fase del tiraggio è quella in cui al vino viene aggiunto uno sciroppo di zuccheri e lieviti per essere immediatamente imbottigliato.
Le bottiglie sono sigillate con tappo metallico a corona, sono ordinate e accatastate in cantina in posizione orizzontale, in cui restano per un periodo minimo che va dai 18 ai 30 mesi.
La rifermentazione naturale sviluppa nella bottiglia anidride carbonica (presa di spuma), con conseguente incremento di pressione sino al raggiungimento di 7 atmosfere.

È esattamente durante questa fase che il vino affina la propria complessità aromatica e il proprio profilo sensoriale.

Remuage

Durante la fase dell'affinamento sui lieviti, viene a formarsi sulle pareti della bottiglia un deposito dei lieviti stessi, che, una volta terminato il processo, deve essere eliminato. Nell'ultima fase, appunto, di affinamento, le bottiglie vengono progressivamente

ruotate e inclinate fino alla posizione quasi verticale (remuage),

determinando il distacco di quegli stessi lieviti dalle pareti della bottiglia e il loro addensamento in prossimità del tappo. È solo quando tutto il sedimento si raccoglie sul tappo che si procede alla sboccatura, ovvero all’eliminazione del tappo a corona insieme ai residui di fermentazione.

Sboccatura

Le bottiglie, in posizione verticale, vengono parzialmente immerse in una soluzione refrigerante che forma, in prossimità del collo della bottiglia, un cilindro ghiacciato che ingloba i lieviti. Con la stappatura, la pressione all’interno della bottiglia espelle questo cilindro ghiacciato lasciando così il vino pulito e privo di residui.

Remuage

Le bottiglie vengono progressivamente ruotate e inclinate.

Confezionamento

La procedura di confezionamento dei nostri vini.

Il Confezionamento del Franciacorta

Le bottiglie vengono tappate con il classico tappo a fungo in sughero, ancorato saldamente alla bottiglia con la tipica gabbietta in filo metallico.

Questo sito utilizza i Cookie per facilitare la tua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni Privacy & Cookie Policy.