Iseo. Pieve di Sant'Andrea e Castello Oldofredi

Fondata nel VI secolo, forse sul luogo di un tempio romano, la pieve di Sant'Andrea fu ricostruita nel XII secolo in forme lombarde. Subì ampliamenti fino all'inizio del XIX secolo, quando l'architetto Rodolfo Vantini ne rifece l'interno. L'altissimo campanile al centro della facciata conserva le forme originali (di tipo perfettamente comacino) ed è stato definito "il più bel campanile romanico del Bresciano”. AII'interno sono conservate interessanti opere del XIX secolo: gli affreschi di Angelo Inganni e il dipinto dell'Arcangelo Michele di Francesco Hayez.

Situato su uno sperone roccioso, ai margini del nucleo storico di Iseo, il Castello degli Oldofredi ha pianta quadrata e torri angolari in pietra viva. È l'unica rocca urbana rimasta integra di tutto il lago Sebino. Costruito nel XI secolo e incendiato dal Barbarossa, nel 1161 venne restaurato da Giacomo Oldofredi. Fu perduto e riconquistato più volte finché Venezia, dopo il 1454, lo adibì a sede di guarnigione militare. Nel 1580 divenne proprietà del comune, che lo affidò ai Cappuccini affinché il convento potesse svolgere opera di assistenza su un territorio non risparmiato da carestie ed epidemie. I frati rimasero nel castello fino al 1798, poi l'edificio fu abbandonato e si avviò al degrado. Sulla facciata della chiesa si intravedono resti di decorazioni affrescate. La costruzione militare restaurata è oggi sede della biblioteca comunale.

Provaglio d'Iseo. Torbiere e monastero di San Pietro in Lamosa La riserva naturalistica delle Torbiere offre un percorso pedonale e ciclabile di grande fascino, attraverso sentieri in terra battuta e pontili in legno sull'acqua. Nel parco sono dislocati diversi punti di sosta e picnic e capanni per il bird watching delle innumerevoli specie che popolano la riserva. Il monastero di San Pietro in Lamosa si affaccia sulle torbiere e dallo spiazzo antistante si ammira un notevole panorama sull'intero parco. Di origini antichissime, il monastero fu donato nel 1086 ai monaci cluniacensi, ai quali si deve la ricostruzione nelle attuali forme nel XII secolo. All'interno della chiesa è possibile ammirare un ciclo di affreschi del XV secolo.

Richiedi Informazioni...

Per qualsiasi informazione o richiesta puoi inviarci una email compilando il form sottostante:



Copyright © 2015 Majolini Srl
Registro Imprese di Brescia - C.F. e P.Iva 01878710175
Tel (+39) 030 6527378 - Fax (+39) 030 6529800
majolini@majolini.it
Design by Click It Solutions