GIUSEPPE BERGOMI

"Era bellissima. Contesa da parecchi pretendenti, aveva splendidissimi capelli: l'ho saputo da chi l'ha conosciuta. Si dice che Nettuno la stuprasse nel tempio di Minerva, al che, turbata, la dea si coprì il volto con lo scudo, e per punirla di quel gran misfatto le trasformò gli splendidi capelli in viscidi serpenti"  (Ovidio, Le metamorfosi)

Si chiama Sala Bergomi la stanza dove le bottiglie svolgono la lunga seconda fermentazione in catasta: i futuri Franciacorta Majolini riposano sotto lo sguardo di un Sole e di una Medusa, nella mitologia greca una ragazza mutata in mostro dalla divinità a causa della sua bellezza e della sua arroganza.

Collocate in Cantina, le opere di Giuseppe Bergomi , tra gli artisti lombardi contemporanei più noti in campo nazionale e internazionale, diventano metafore legate al lavoro di vinificazione, un delicato percorso da equilibristi sopra ad un filo teso tra natura e artificio, tra semplicità e ricercatezza. 

Ad un’opera di Bergomi è stata dedicata l’etichetta del Franciacorta Majolini Brut Millesimato 1996, per l’avvento del nuovo millennio.

Richiedi Informazioni...

Per qualsiasi informazione o richiesta puoi inviarci una email compilando il form sottostante:



Copyright © 2015 Majolini Srl
Registro Imprese di Brescia - C.F. e P.Iva 01878710175
Tel (+39) 030 6527378 - Fax (+39) 030 6529800
majolini@majolini.it
Design by Click It Solutions